Il metabolismo dei lipidi studia le reazioni chimiche che avvengono per digerire, assorbire, distribuire, utilizzare i grassi della dieta, come depositarli negli adipociti con la lipogenesi e come utilizzarli nel digiuno con la lipolisi.

La digestione dei lipidi

I grassi che noi ingeriamo con la dieta sono più spesso trigliceridi.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è svuotamento-della-colecisti.jpg

I trigliceridi sono molecole troppo grosse per essere assorbite dall’intestino, perciò devono essere smontate, cioè digerite.

Il primo passo della digestione è l’emulsione con la bile immagazzinata nella cistifellea, ma prodotta dal fegato.

La bile è una soluzione alcalina composta dai sali biliari.

I sali biliari sono sali di sodio e potassio degli acidi biliari originati dal colesterolo.

Gli acidi biliari dell’uomo sono l’acido colico e l’acido chenodeossicolico, in altri mammiferi l’acido desossicolico.

Dopo pasti grassi vengono secreti ormoni intestinali che stimola i nervi colinergici che contraggono la colecisti e rilassano lo sfintere di Oddi. Lo sfintere di Oddi è la valvola che apre e chiude la cistifellea.

Gli acidi biliari emulsionano i grassi e le vitamine liposolubili. Emulsione significa detergere, rendere più solubile i grassi per facilitarne la digestione.

L’emulsione rende più piccole le gocce di grasso e permette l’attacco degli enzimi demolitori: le lipasi.

Le lipasi si ritrovano nella saliva, succhi gastrici, duodeno e succhi pancreatici.

Le lipasi demoliscono i trigliceridi formano dei mono e di-gliceridi.

I mono e i di-gliceridi vengono assorbiti dall’enterocita, cioè entrano nelle cellule che tappezzano l’intestino tenue.

L’assorbimento degli acidi grassi lunghi e corti

Gli acidi grassi se sono lunghi vengono trasportati nel sangue come chilomicroni, se sono corti si legano all’albumina del sangue.

Acidi grassi lunghi

Dentro gli enterociti vengono riconvertiti in trigliceridi.

I trigliceridi vengono legati al colesterolo e alle apolipoproteine a formare i chilomicroni.

I chilomicroni iniziano il loro viaggio nei vasi linfatici e sanguigni.

Nel sangue delle lipasi scindono gli acidi grassi dal glicerolo.

Acidi grassi corti

Gli acidi grassi corti viaggiano le sangue legandosi all’albumina.

Nel fegato o vengono ossidati oppure vengono utilizzati per formare i trigliceridi.

Le lipoproteine del sangue:

Chilomicroni intestinali trasportano glin ac.grassi alimentari lunghi,

VLDL proteine epatiche a bassissima densità, trasportano i trigliceridi al tessuto adiposo e muscolare,

LDL derivano dalle VLDL sono senza trigliceridi, perchè trasportano il colesterolo dal fegato ai tessuti,

HDL proteine epatiche ad alta densità, rimuovono il colesterolo in giro nel torrente circolatorio, evitando placche aterosclerotiche.

Gli acidi grassi raggiungono gli organi bersaglio

Gli acidi grassi terminano il loro viaggio nei miociti o negli adipociti:

Nelle cellule muscolari vengono utilizzati a fine energetico.

Vedremo che l’acido grasso per attraversare la membrana cellulare deve legarsi al Coenzima A, invece per entrare nel mitocondrio deve legarsi alla carnitina. Nel mitocondrio del miocita verrà demolito.

Se l’acido grasso non è necessario viene depositato negli adipociti, quì vengono di nuovo legati al glicerolo per formare le gocce di grasso di deposito.

Anche eccessi di zuccheri vengono trasformati in lipidi di deposito con la lipogenesi.