Isomeria strutturale

Sono molecole che hanno la stessa formula ma differente struttura:

Quanto più è lunga la catena, tanto più aumentano i possibili isomeri: Isomeria di posizione.

Oppure Isomeria di gruppo funzionale:

Isomeria ottica

Un oggetto o una molecola se si specchiano formano una immagine speculare.

Alcuni immagini speculari possono essere sovrapponibili all’immagine di partenza, ad esempio un triangolo isoscele, altre non sono sovrapponibili come un triangolo rettangolo.

Due molecole speculari ma non sovrapponibili sono una coppia di isomeri ottici o enantiomeri.

Una molecola non identica alla sua immagine speculare è una molecola chirale.

Se i quattro gruppi atomici legati a un atomo di carbonio sono tutti diversi, l’atomo di carbonio centrale è un centro chirale.

Gli isomeri ottici hanno le stesse proprietà chimico-fisiche, ma reagiscono diversamente e sono otticamente attivi.

La luce normale vibra perpendicolarmente alla direzione ottica, mentre la luce polarizzata vibra solo su un piano verticale. Quando la la luce polarizzata attraversa una soluzione contenente molecole otticamente attivi, il piano di polarizzazione ruota di un certo angolo. La rotazione può essere positiva se ruota in senso orario, o negativa se ruota in senso antiorario: enantiomeri positivi o negativi.