L’evidenza che la Terra è una sfera

Da sempre l’uomo sa che la Terra è sferica, questa era una evidenza prima di tutto per i grandi navigatori che si muovevano negli oceani osservando le stelle.

Aristotele dall’osservazione delle navi in mare, dedusse che la Terra era sferica.

Già nel 322 a.C. il greco Aristotele descriveva l’osservazione normale dei naviganti.
Man mano che un veliero si allontanava dall’osservatore sulla costa, prima si perdeva di vista prima lo scafo, cioè la parte bassa dell’imbarcazione, poi allontanandosi ulteriormente si perdeva di vista la vela e infine anche la banderuola posta sulla cima della vela non si vedeva più.
Al contrario se mi avvicino a un veliero, noto all’orizzonte prima il vertice alto della vela e poi pian piano, avvicinandomi, vedo tutta la vela, finalmente quando sono abbastanza vicino vedo anche lo scafo.

Scopro che la Terra è una sfera se osservo la stella Polare a diverse latitudini

Questa deduzione si basa sulla posizione della stella Polare, una piccola stella posta sul timone del piccolo carro, nell’emisfero nord.
La stella Polare si trova allo zenit, proprio sopra le nostre teste se siamo al Polo nord, ma man mano che scendiamo di latitudine la stella Polare non è più sopra le nostre teste, la vediamo sempre a nord ma non più sopra di noi.

I Vichinghi e la stella Polare

Già nell’antichità i Vichinghi che veleggiavano dalle coste scandinave a nord, verso sud fino al mediterraneo, dall’osservazione della stella Polare dedussero che la Terra era sferica.
Il Vichingo quando era a casa in Norvegia vedeva la stella Polare quasi sopra di sé, quasi allo Zenit, infatti la Norvegia è in prossimità del circolo polare artico.
Il Vichingo quando raggiunse il caldo Mediterraneo vedeva la stella Polare sempre a Nord, non più sopra la sua testa, ma più bassa.
Il Vichingo che proseguì il suo viaggio costeggiando le coste dell’Africa equatoriale quando raggiunse l’equatore vedeva la stella Polare sempre a nord, ma praticamente sull’orizzonte del mare verso nord.
L’angolo tra il piano dell’orizzonte e il piano della stella Polare man mano che vado verso sud si riduce fino ad annullarsi.
Quei pochi Vichinghi che oltrepassarono a sud l’equatore, basta, non poterono più vedere la stella Polare, perché la pancia della Terra glielo impediva.

Fra molti anni a Nord al posto della stella Polare avremo Vega

Fra molti anni al posto della stella Polare avremo Vega a Nord.
Dov’è Vega adesso ?
D’estate allo zenith delle nostre latitudini troviamo Vega della costellazione della Lira: esattamente Vega si trova a 38,5° gradi latitudine nord.
La latitudine per avere Vega allo zenit è la Calabria.

Cos’è lo zenith ?

Immaginiamo la sfera celeste che contiene l’Universo, lo zenit è il punto della sfera celeste, in alto, in alto, nell’infinito cielo sopra la testa dell’osservatore.

La Terra è realmente rotonda

Empiricamente si potè affermare che la Terra era rotonda dopo la circumnavigazione del globo terrestre realizzata 5 secoli fa dalla flotta di Ferdinando Magellano.
Il portoghese Magellano dimostrò quello che da secoli si pensava, dimostrò l’ipotesi di Cristoforo Colombo di raggiungere l’oriente navigando verso occidente.

La sfera terrestre vista da un alto monte

L’esperienza comune a tutti che man mano che ci si innalza su un monte, si allarga sempre più l’orizzonte visivo.

Perché pensiamo che la Terra è piatta

La Terra, a prima vista, sembrerebbe un piatto a forma circolare.

Falsa analogia con la Luna

Per analogia, osservando la Luna, si potrebbe pensare che sì la Terra è piatta:
la Luna ci mostra sempre la stessa faccia, sempre quella, quindi non sembrerebbe una sfera.

L’ombra della Terra sulla Luna

Nell’eclisse di Luna, la Terra proietta la sua ombra sulla Luna. Il profilo dell’ombra terrestre è circolare. Però questo fenomeno è possibile sia con una Terra piatta che con una Terra sferica.

Il Mar Mediterraneo non si sviluppa in senso nord-sud

Non tutti nell’antichità potevano cogliere la corretta interpretazione di Aristotele, anche perché il bacino del Mar Mediterraneo e del seguente Mar Nero si sviluppano maggiormente in senso ovest-est che nord-sud, a differenza
dell’oceano atlantico che si sviluppa in senso nord-sud.